Come scegliere un immobile di prestigio

In vista della scelta di un immobile di prestigio, sono diversi gli aspetti che è opportuno prendere in considerazione se si vuol essere certi di assumere la giusta decisione. L’obiettivo è quello di cercare il compromesso perfetto tra comfort e spesa: come si può facilmente intuire, infatti, gli optional che contraddistinguono le cosiddette residenze first class sono destinati ad aumentare il loro valore. Che si tratti di un campo da tennis, di una sala per le feste, di una sauna o di una piscina, si ha a che fare con elementi aggiuntivi che fanno lievitare il costo finale. Ma al di là dell’investimento iniziale, non si può trascurare l’importanza di garantire a ognuno di questi elementi la necessaria manutenzione nel corso del tempo: essi dovranno essere gestiti in modo corretto al fine di preservarne l’efficienza.

Insomma, se è vero che la tentazione di una villa ricca di comfort è decisamente allettante, è altrettanto vero che poi sarà indispensabile una manutenzione regolare. La distribuzione degli spazi è un altro parametro significativo che merita di essere valutato. La grandezza degli spazi è una peculiarità che accomuna gli immobili di lusso a Milano, a Roma, a Palermo e in ogni altra località italiana, ma ciò non vuol dire che grande sia sempre meglio. Gli spazi a disposizione, infatti, devono essere sempre funzionali alle necessità dei proprietari. Si immagini di avere a che fare con una cucina grande addirittura 100 metri quadri o con una sala da pranzo enorme: probabilmente sarebbero inutili per una coppia senza figli. Al tempo stesso, una persona pigra e con poco tempo libero non troverà utile la presenza di un locale fitness o di un campo da tennis.

Lo stile degli immobili

Come avviene per l’acquisto di qualsiasi altro tipo di casa, anche per gli immobili di prestigio è necessario prestare attenzione allo stile dell’edificio, che dovrebbe rispecchiare il più possibile la personalità di chi lo abita. Le soluzioni a disposizione non sono certo poche: si può spaziare da un design contemporaneo a uno country, da uno stile liberty a uno classico. Nulla vieta, ovviamente, di personalizzare gli interni dopo l’acquisto, magari con l’aiuto di un interior designer, mentre potrebbe esserci qualche difficoltà in più se si volesse intervenire sulle strutture esterne.

L’età degli immobili

Gli immobili di pregio risentono del peso degli anni: può essere affascinante andare a vivere in una villa ottocentesca, ma ciò vuol dire prepararsi a una manutenzione costante. La carta di identità di una residenza di prestigio è croce e delizia per chi la acquista: da un lato c’è il fascino di un edificio con una storia importante alle spalle, ma dall’altro lato c’è da tenere conto della durabilità e della mancanza di garanzie in termini di efficienza. Le strutture più moderne non hanno bisogno, invece, di interventi molto consistenti, e in più hanno il pregio di offrire una classe energetica più elevata: meglio pensarci prima.

L’importanza delle dimensioni

Le dimensioni costituiscono un aspetto decisivo nella scelta di un immobile di prestigio. La carenza di spazi o, al contrario, un eccesso di volumetria possono rappresentare problemi importanti se non affrontati a dovere e con attenzione. Meglio non lasciarsi travolgere dall’entusiasmo e valutare ogni dettaglio con pazienza, anche tenendo conto delle risorse di cui ci potrebbe essere bisogno per una oculata ed efficace gestione della proprietà: tanto per fare un esempio, se si sceglie una villa con un parco molto grande è indispensabile mettere in conto i costi da sostenere per un giardiniere.