Gli standard di sicurezza delle porte blindate

Per capire se la porta blindata della tua abitazione ti offre davvero la sicurezza di cui hai bisogno e gli standard più elevati su cui tu possa contare ti conviene conoscere nel modo più dettagliato possibile le caratteristiche costruttive e le funzionalità delle diverse tipologie di porte che puoi trovare sul mercato. Esse devono essere in grado non solo di offrire la massima resistenza all’effrazione possibile, ma anche garantire prestazioni ottimali dal punto di vista dell’isolamento acustico e dell’isolamento termico: ecco perché sono importanti anche in un’ottica di risparmio energetico. Ma non è tutto: una porta blindata di qualità ha la capacità di resistere alle intemperie e ai fenomeni atmosferici più avversi e, in più, deve offrire una resa estetica ottimale, in linea con il contesto in cui viene inserita e con l’arredamento in cui è integrata.

La resistenza all’effrazione rimane, ad ogni modo, la caratteristica saliente e la peculiarità prestazionale a partire dalla quale ogni porta blindata deve essere giudicata. Essa, per altro, può essere quantificata e definita in modo molto preciso attraverso una misurazione che è stabilita dalla norma europea ENV 1627. Tale norma, infatti, attribuisce a ogni modello di porta blindata una certa classe (si va dalla classe 1 alla classe 6), che corrisponde al livello di resistenza garantito. Una porta di classe 4, per esempio, sarà più resistente rispetto a una porta di classe 2.

Quali caratteristiche deve avere una porta blindata

Per poter essere considerata efficace, una porta blindata dovrebbe essere munita di una struttura rinforzata, resa possibile – per esempio – dalla presenza di traverse in acciaio zincato, fondamentali per assicurare i più elevati livelli di solidità. Anche il ricorso a un telaio rinforzato si rivela molto prezioso, soprattutto per contrastare i tentativi di scasso e per evitare problemi relativi a manomissioni o cedimenti. Ancora, vale la pena di menzionare la scocca reversibile: in pratica, la scocca non ha più un senso di apertura verso sinistra o verso destra, ma è – appunto – caratterizzata dalla reversibilità, a vantaggio della praticità e della comodità di installazione.

Nella distinzione dei vari modelli che si possono trovare sul mercato, merita di essere presa in considerazione anche la trasmittanza termica, che ha a che fare con la dispersione di calore favorita dalla porta: chiaramente, più una porta blindata è in grado di isolare un ambiente interno, più si ha la possibilità di risparmiare sui consumi.

Il ricorso a tecnici specializzati sulle porte blindate permette di procedere a un’installazione sicura e perfetta: spesso, infatti, la resa e le prestazioni degli infissi non raggiungono i livelli più elevati non per la loro scarsa qualità, ma semplicemente perché essi non sono stati installati in maniera adeguata. Ecco spiegata la ragione per la quale non si può fare a meno di affidarsi a esperti del settore e professionisti qualificati, in grado di offrire anche un servizio di assistenza post-vendita puntuale e preciso.